Esch17.jpg (5308 byte) Studi osservazionali

Studio caso-controllo (inglese case-control study). Tutti i buoni disegni degli studi sono controllati, cioè comportano un controllo o confronto. Per studio caso-controllo in epidemiologia si intende un tipo particolare di studio controllato in cui si confrontano gruppi che differiscono per l’effetto in esame (ad esempio gruppi di malati e non malati, di soggetti con o senza complicazioni, di soggetti che hanno abbandonato il servizio o che sono tuttora in carico, di suicidi e di non suicidi) e ci si chiede come differiscono per caratteristiche e esperienze precedenti. Sono l’opposto degli studi di coorte. Talora negli studi caso-controllo si procede all’appaiamento (matching in inglese): ogni caso viene appaiato con uno o più controlli che abbiano le sue stesse caratteristiche (ad esempio stesso sesso, stessa residenza, età simile) in modo da rendere più confrontabili i due gruppi.

In uno studio caso-controllo, a differenza che in studio di coorte, non è possibile calcolare il rischio attribuibile e il rischio relativo. E’ però possibile calcolare l’odds ratio (vedi misure di associazione), che rappresenta spesso una buona approssimazione del rischio relativo.

Lo studio osservazionale caso-controllo è di solito più economico da effettuare di uno studio di coorte ed è particolarmente vantaggioso rispetto allo studio di coorte per studiare l’effetto di più interventi o di più esposizioni su esiti rari (ad esempio complicazioni rare). E’ più soggetto però al rischio di distorsione.

Studio di coorte o longitudinale (inglese cohort study). Lo studio di coorte o longitudinale  è uno studio in cui gruppi di persone sottoposte a trattamenti diversi o a “esposizioni” diverse (ad esempio con diverse abitudini alimentari o rischi ambientali) vengono seguiti nel tempo per accertare in che misura vanno incontro a esiti diversi. Gli studi controllati randomizzati sono studi di coorte sperimentali. Si contrappone per direzione dell’indagine allo studio caso-controllo, in cui si parte dall’effetto per risalire alle possibili cause.

Studio trasversale o di prevalenza (inglese prevalence study o cross-sectional study). E’ uno studio in cui un campione viene osservato in un singolo punto nel tempo. Viene riportato qui per completare i disegni dello studio, ma non è mai utilizzato per studiare l’efficacia di un trattamento e ha grossi limiti per valutare il ruolo di possibili fattori di rischio. Lo scopo fondamentale è quello di stimare l’entità di un fenomeno, ad esempio la prevalenza di una malattia o le opinioni sui servizi ricevuti. E’ il disegno dello studio più applicato in sociologia.


Glossario letteratura della secondaria evidence-based.
Copyright © 2001 Morosini - Falasca. Tutti i diritti riservati.
Aggiornato il: 09-10-01.